Casa Nazareth


La casa


La casa si trova in via A.Diaz a Ruginello.
Costituisce un luogo stabile, accogliente, un luogo che garantisce un’atmosfera calda, appartata e familiare che può favorire un clima fraterno e di condivisione.cropped-PG-LOGO-SU-1-5.jpg
A Casa Nazareth si svolgono le esperienze di VITA COMUNE.

La vita comune nasce dall’esigenza di far sperimentare ai ragazzi momenti caratterizzati da una grande attenzione alla comunicazione tra i partecipanti.

Tre sono le dimensioni da vivere e sviluppare: la condivisione della propria fede con gli altri, l’approfondcasanimento e il rinnovamento del proprio rapporto con Dio, la possibilità di riconoscere Dio attraverso le azioni quotidiane di amore e servizio.

I gruppi a cui la proposta si rivolge sono quelli interessati dalle proposte della Pastorale Giovanile: adolescenti, 18enni e giovani.


Vite comuni


QUI CASA NAZARETH.. A VOI COMUNITA’

Casa Nazareth, conosciuta da molti come “la casa della vita comune”, è un progetto rivolto ad adolescenti e giovani di tutti i sei oratori della nostra comunità pastorale, la proposta è quella di far fare esperienza di vita comune ai nostri ragazzi.

Appena abbiamo proposto questa iniziativa molti ragazzi sono rimasti spaesati, non sapevano nemmeno di cosa stessimo parlando, la vita comune che svolgiamo a Casa Nazareth, situata nella casa parrocchiale di Ruginello, è un’esperienza di cinque giorni, dal mercoledì alla domenica, nella quale una ventina di ragazzi insieme al Don Marco e vari educatori mettono in comunione alcuni momenti della loro giornata, come possono essere i vari pasti, i compiti del pomeriggio e naturalmente il riposo notturno, mantenendo ognuno i propri impegni, scuola , allenamenti e chi più ne ha più ne metta.. Non dimentichiamoci della preghiera! A Casa Nazareth infatti si pregano ogni giorno lodi mattutine e compieta (prima di andare a letto), un buon modo per portare con sé il Signore durante la giornata.

Siamo già al secondo anno dalla nascita e partenza di questo progetto e siamo molto fiduciosi perché alla fine di ogni vita comune i ragazzi, entusiasti e speranzosi, ci chiedono sempre di farne subito un’altra e spesso, anzi ormai consuetudine dell’ultimo giorno, di non tornare più a casa propria … ormai ne ho fatte così tante che potrei spostare la mia residenza a Casa Nazareth!

Per i ragazzi è davvero un’esperienza di qualità, la vita comune è contraddistinta da un tema e quest’anno stiamo affrontando il tema della carità. I ragazzi possono confrontarsi in attività proposte loro dagli educatori e toccare con mano le piccole realtà locali come il magazzino della Caritas Ambrosiana dove aiutano a preparare i pacchi alimentari per i meno fortunati, hanno inoltre l’opportunità di allacciare nuovi rapporti con ragazzi di altri oratori ed approfondire i legami con i loro amici.

“Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro” (Mt 18,20), queste parole incarnano perfettamente il vero significato di vita comune, quello che hanno vissuto e stanno vivendo molti adolescenti e giovani della nostra comunità pastorale, sempre con il Signore che ci accompagna e come disse Papa Francesco non sul divano ma scarpe indosso in continuo cammino.

 

Stefano Galbussera