Pastorale Giovanile 2018

Casa Nazareth: Un laboratorio di fraternità

Un “nuovo” modello di vita, la nascita della comunità. Casa Nazareth è una realtà che da ormai più anni è diventata un punto fermo per i percorsi giovanili dei nostri oratori. Dal percorso adolescenti in poi i ragazzi iniziano a vivere questa esperienza: la “Vita comune”. Ma cos’è questa “vita comune”? È un tempo ed uno spazio dedicato ai ragazzi, seguiti dai loro educatori, non per scappare dalla routine e la frenesia della vita e quindi fare una vacanza tra amici. Ma è l’occasione per vivere non solo una vita bella e buona ma possibile e reale. Ridando valore ai riti e i loro linguaggi, come “la tavola”, “la sveglia e la buonanotte”, “il silenzio e la preghiera”… È un gesto di suprema libertà, di persone che hanno capito e che riescono a stabilire finalmente quello che ogni uomo vorrebbe: che il lupo dimori con l’agnello è facile, basta addestrarli; che l’uomo conviva con il fratello … non ci siamo ancora riusciti! È più difficile. Ma in questa sfida, in questo desiderio, si cresce, si sperimenta la fatica, la perseveranza e il grosso sogno della comunione che è la vittoria sul male radicale che ci fa vivere i limiti come luogo di lotta e non invece di accettazione reciproca. Non lo si sperimenta solo spezzando il pane in casa, ma mangiando il cibo con gioia e la gioia è il segno della presenza di Dio. La gioia è il colore di Dio, la gioia c’è nell’amore corrisposto, in un cuore che vuole far entrare l’altro. In questo stile di vita nasce l’uomo nuovo, ma nasce anche Dio sulla terra, è vivendo così che la gente capisce! Casa Nazareth punta in alto perché bisogna puntare in alto, soprattutto ora! “imparate a sognare in grande” tante volte il Papa ci invita a fare.

Andrea Swich

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *